Shai Maestro – foto di Donato Guerrini

Pianoforte protagonista assoluto nella eccellente XXI edizione del Festival di cultura e musica jazz di Chiasso dall’ 8 all’ 11 marzo. Nel suo percorso di crescita, il festival quest’anno ha introdotto un concerto pomeridiano la domenica (con una stella di prima grandezza come Brad Mehldau), oltre alla piacevolissima sorpresa di un artista ‘in residence’. La scelta è caduta sul pianista israeliano e newyorkese, Shai Maestro www.shaimaestro.com – trentuno anni e la promessa di essere uno degli eredi dei vari Corea e Jarrett. A Chiasso non ha certo deluso queste aspettative; suo il concerto d’apertura in compagnia del Melismetiq Trio nel set, a mio avviso, piu’ interessante dell’intera rassegna; il festival ha comunque mantenuto un’ alta cifra qualitativa per la gran parte dei concerti. Il giorno successivo, un intimo concerto in piano solo, in platea e in mezzo al pubblico, per finire in bellezza con il suo Trio, la formazione che sembra essere la sua preferita.

Donato / GPH

Fabrizio Bosso – foto di Alessandro Guerrini

Il concerto di Fabrizio Bosso ed Antonello Salis cui ho assistito due estati fa è stato una vera perla. Innazitutto bellissima la location: Cornate di Gerfalco nel comune di Montieri in Toscana in cima ad una collina da cui si gode un panorama spettacolare sul golfo di Follonica ed in particolare sull’Isola d’Elba. Il concerto, organizzato nell’ambito del Grey Cat Jazz Festival edizione 2010, si è tenuto al tramonto, il che ha contribuito a generare un’atmosfera decisamente unica al di là del panorama sopra descritto. Fortunatamente ho avuto la possibilità di avvicinarmi molto al piccolo palco dove i due musicisti ci hanno deliziato con le loro note e, complice la particolarissima luce naturale di quell’ ora del giorno, ho scattato una discreta serie di fotografie: in questa galleria potete apprezzare quelle relative a Fabrizio alla tromba.

Puoi visitare il sito ufficiale dell’artista all’url www.fabriziobosso.com

 

A presto!

Alessandro / GPH