Il mestiere del fotografo – mostra collettiva alla Fabbrica del Vapore

Dal 5 novembre al 19 dicembre 2012, Polifemo ospiterà presso la sua sede alla Fabbrica del Vapore di Milano un ciclo di quattro incontri dedicati a Fulvio Bortolozzo, Carola Merello, Maurizio Lodi, Leo Torri, Federica Di Giovanni, Alessandro Grassani, Angelo Lanza e Silvia Tenenti. Otto fotografi noti per il loro lavoro in settori quali la fotografia di architettura, di corporate, di still life e di moda. Ogni incontro sarà dedicato alla presentazione dei lavori di due fotografi specializzati, operanti in uno specifico settore professionale, che durante la serata potranno dialogare con il pubblico presentando il proprio lavoro.

Sabato 15 dicembre 2012 si terrà poi un incontro/convegno con ospiti che ci parleranno delle loro esperienze professionali, grazie ad esempi concreti, e addetti ai lavori che proporranno le loro riflessioni, aiutando i giovani aspiranti fotografi ad orientarsi nel settore.

La fotografia oggi è soprattutto considerata uno dei tanti strumenti a disposizione degli autori di opere d’arte contemporanea. La fotografia di ricerca artistica monopolizza l’attenzione di critici, media ed operatori del settore. Polifemo vuole cambiare la direzione dello sguardo e tornare a concentrare l’attenzione sulla fotografia come forma di artigianato: sul lavoro del fotografo e sulla bottega/studio che si dedica alla fotografia professionale, con opere dell’ingegno commerciali dove gli elementi creativi sono strettamente correlati a quelli produttivi ed economici.

Come riescono a vivere del loro lavoro i fotografi professionisti, in un’epoca in cui le immagini si trovano dappertutto e gratis? Quali sono i settori commerciali in cui è ancora necessario rivolgersi ad un fotografo professionista? Quali sono i casi normali, non eccezionali né di successo, che consentono ad uno studio fotografico professionale di continuare la propria attività?

(estratto dal comunicato stampa)

 

 Per il programma dettagliato della mostra e degli incontri visita   www.polifemo.org

 

Donato / GPH

 

Donare sangue al ritmo di Blues – Milano 27 ottobre 2012

L’associazione ADSINT promuove sabato 27 ottobre a Milano una serata per divulgare il verbo della donazione del sangue attraverso il Blues! Quale musica più sanguigna? Va in scena lo spettacolo “Blues Notes” che si terrà in Piazza Wagner 2 presso l’omonimo teatro: per l’occasione partecipa al concerto con narrazione sulla grande madre della musica moderna l’amico Roberto Botturi.

Ingresso libero.

blues notes - roberto botturi - 27 ottobre 2012

 Donato / GPH

 

Presentazione del libro “Io Amo Firenze” alla Feltrinelli di Firenze – foto di Alessandro Guerrini

Ieri sera ho assistito presso la Feltrinelli International alla presentazione del libro di Elena FarinelliIo Amo Firenze“, tratto dal suo storico blog sulla città toscana. Nel libro sono state pubblicate, tra le altre, quattro mie fotografie, che ho avuto il piacere di mettere a disposizione di Elena per il suo bel progetto. Presenti in libreria anche Filippo Giovannelli, curatore della collana di cui fa parte il libro, Leonardo Romanelli, noto giornalista e critico enogastronomico che ha scritto l’introduzione al libro, e l’editore EDK. Serata piacevole dove ho potuto toccare con mano il calore del pubblico di Elena che ha letteralmente invaso la piccola sala messa a disposizione dalla Feltrinelli: c’erano più di cento persone, fatto decisamente insolito per la presentazione di un libro. Ed è stato molto bello vedere Elena commuoversi a più riprese, e con la massima naturalezza, per il riscontro avuto; la stessa naturalezza che è il ‘marchio di fabbrica’ del suo blog ormai da anni, ed a mio parere il motivo del suo grande e costante successo. La galleria che segue, frutto degli scatti effettuati per l’occasione, forse non rende a pieno e fino in fondo le emozioni che trapelavano dagli sguardi dei presenti ma spero che possa essere comunque piacevole. Per vedere invece le foto pubblicate dovrete fare un piccolo sforzo in più: il libro è disponibile nelle migliori librerie ed online su vari siti tra cui BOL ed IBS.

Il blog di Nelli (Elena) è  www.ioamofirenze.com.

Il blog di Leonardo Romanelli è  www.leonardoromanelli.it.

 

Alessandro / GPH

 

 

 

Hall of Fame Viola edizione 2012 – foto di Alessandro Guerrini

Si è svolta sabato 6 ottobre 2012 presso l’Auditorium Cosimo Ridolfi della CRF in Via Carlo Magno 7 a Firenze la prima edizione della Hall of Fame Viola organizzata dal Museo Fiorentina insieme alla società sportiva ACF Fiorentina. Condotta da David Guetta insieme a Mario Tenerani la cerimonia ha salutato e celebrato vari personaggi del presente e del passato che hanno contribuito, ognuno a suo modo, a fare la storia della società viola: tra gli altri presenti Giancarlo Antognoni, Davide Prade’, Andrea Galluzzo, Moreno Roggi, Egisto Pandolfini, Narciso Parigi, Rigoletto Fantappie’, Vincenzo Guerini, Kurt Roland Hamrin, Giuseppe Brizi, Luca Toni, Christian Rigano’Sandro Mencucci e Raffaele Righetti. Svelati inoltre per l’occasione in anteprima alcuni ritratti, opera dell’artista ed amico Claudio Sacchi, che andranno a far parte dei pezzi esposti al Museo Viola.

Il sito web del Museo Fiorentina è  www.museofiorentina.it.

 

Alessandro / GPH

 

 

Trincee sull’Ortles-Cevedale – foto di Andrea Cassano

Ancora una galleria di foto del nostro amico Andrea Cassano questa volta scattata sulle Alpi a cavallo tra la Lombardia ed il Trentino Alto Adige.

“Percorrendo i sentieri di alta montagna nella zona del gruppo dell’OrtlesCevedale ci si immerge in un paesaggio favoloso, severo e rasserenante allo stesso tempo. Come dice qualcuno, in alta quota si è più vicini al divino… E tuttavia, paradossalmente, proprio qui c’è la testimonianza di una delle peggiori manifestazioni umane: la guerra.

Attorno a quota tremila, semisepolte dalla neve per buona parte dell’anno, giacciono ancora trincee, postazioni, sbarramenti, che quasi cento anni fa furono disposte dai militari italiani e austriaci per una snervante guerra di posizione.

Visitando cautamente questi luoghi, veri e propri sacrari, si provano sentimenti contrastanti…: ammirazione, paura, angoscia, e la netta sensazione che da un momento all’altro un soldato possa emergere da dietro un masso, moschetto alla mano, chiedendoci ragione della nostra presenza lì, a violare il pietoso silenzio delle montagne.”

Andrea     

Alessandro / GPH