Esercizi di stile 1 – foto di autori vari

Su un idea del fotografo morbegnese Pietro Cenini, negli ultimi mesi un gruppo di appassionati di fotografia della Valtellina e zone limitrofe hanno dato vita ad una serie di incontri, l’ultimo dei quali è consistito in una interessante esercitazione volta ad analizzare e confrontare diversi approcci di fronte alla stessa situazione. Ogni partecipante (fra questi il sottoscritto) doveva concepire una immagine a tema libero e fare uno o piu’ scatti necessari per produrre tale immagine. Questo materiale base (RAW), privo di qualsiasi modifica, taglio, postproduzione, o ulteriori indicazioni, è stato fornito ad altri tre partecipanti all’esercitazione, scelti casualmente. Ognuno dei quattro ha dovuto quindi produrre una immagine finale, regolando colori, toni, tagli e quant’altro secondo la propria sensibilità e capacità. Oggi e nei prossimi giorni vi proporremo alcuni risultati dell’esperimento. 

Donato / GPH

Angkor – foto di Andrea Cassano

Continua il racconto indocinese del nostro amico Andrea

La Cambogia è un paese dalla storia recente travagliata, ma con un passato glorioso. Proprio i siti archeologici del regno Khmer, Angkor su tutti, sono le immagini che più indelebilmente restano nella memoria….: le radici, il muschio, la vegetazione che avvolge e assorbe gli antichi templi, ci ricordano che l’uomo è solo di passaggio e la natura in un modo o nell’altro avrà il sopravvento.

Andrea”

Donato / GPH

Distanziamento – foto di Alessandro Guerrini

distanziamento - foto di alessandro guerrini

Distanziamento ordinato…..per l’inoculazione vaccinale (*). Ho trovato le strisce rigide con le quali sono bloccate le sedie sul pavimento semplicemente geniali. Non so chi ha sviluppato l’idea, ma è veramente un colpo di genio: tanto semplice quanto efficace.

Alessandro / GPH

(*) foto scattata all’interno del Mandela Forum a Firenze

Voelklinger Huette – foto di Valerio Nava

Ancora ricordi di un viaggio. Questa volta dell’amico Valerio. Un viaggio che ha attraversato la Saarland in Germania e che deve aver lasciato un segno indelebile nella sua memoria, come testimoniano le sue parole e le sue immagini.

Un sito di archeologia industriale, visitato per cultura tecnica…per poi ritrovarmi a sperimentare sensazioni inaspettate, come il sentirmi piccolo di fronte alla vastità ed all’imponenza dell’impianto, nonchè smarrito nel percorrerne i labirinti.

Gli oggetti ed il tempo appaiono immobili, immortalati così com’erano al momento della chiusura, ma riesci ad immaginarti accanto ai lavoratori, immerso nel ritmo frenetico ed i rumori dello stabilimento in attività…

E poi la natura, che sta pian piano riprendendosi i suoi spazi, restituendo un contrasto armonioso nel suo avvolgere il ‘mostro d’acciaio’ dormiente, quasi a conferirgli un aspetto più gentile.

Valerio”

Donato / GPH

Attraversamenti epocali – foto di Alessandro Guerrini

attraversamento epocale - foto di alessandro guerrini

Di attraversamenti pedonali in Italia ed in giro per il mondo ne ho visti davvero di ogni tipo: cittadini o extraurbani, curati o meno curati, colorati o decisamente grigi, sottopassi, passerelle, e chi più ne ha più ne metta. Questo mi è sembrato davvero particolare, azzarderei  addirittura ‘epocale‘!

Alessandro / GPH