Utøya, Norvegia – foto di Donato Guerrini

Sono tornato in Norvegia per la prima volta dopo il 22 luglio 2011, giorno della tremenda strage di Utøya. L’isoletta non è visitabile, ma un masso lungo la strada sulla riva che la fronteggia è diventato un altare laico dove fermarsi a pregare, a riflettere, a lasciare una testimonianza. Sono stato fortunato, mi ha accolto una giornata lattiginosa con una pioggerellina fine, ambiente perfetto per mimetizzare gli occhi lucidi e lo stomaco chiuso.

La ferita ancora sanguina ed il dibattito fra i norvegesi è ancora molto vivo. Un’ anima vorrebbe ritornare ai sonni tranquilli di una nazione ricca e prospera, derubricando l’azione di Anders Behring Breivik a follia isolata. Altri sono invece allarmati dal terreno fertile che odio e intolleranza hanno conquistato in parte delle giovani generazioni norvegesi negli anni recenti, a dispetto del fatto che il paese scandinavo ospiti, ben integrati, un buon numero di immigrati. La Norvegia non è più lo stesso paese di prima e chissà se anche questo può essere un segno del declino che sta attraversando la società occidentale.

Donato / GPH

 

 

Hilde Louise Asbjornsen – Silda Jazz 2012 – foto di Donato Guerrini

Ecco alcuni scatti dal concerto dello scorso 10 agosto 2012 con il quartetto della poliedrica artista norvegese Hilde Louise Asbjornsen al recente vivacissimo Silda Jazz di Haugesund, ridente cittadina nel sud-ovest della Norvegia famosa per il rinomato Norwegian International Film Festival. Attrice, musicista, cantautrice, la sua performance e la sua biografia mi hanno fatto pensare ad una Marilyn con molta autoironia o ad una piccola sofisticata Liza bionda.

Il sito di Hilde Louise Asbjornsen è  www.hildelouise.com

Il sito del Silda Jazz è  www.sildajazz.no

Donato / GPH

 

 

Cartoline da Preikestolen, Norvegia – foto di Donato Guerrini

Preikestolen, comunemente detto anche “Pulpito“, è una famosissima formazione granitica a picco sul Lysefjord, presso Stavanger, nel sud ovest della Norvegia. Lo strapiombo di 604 metri con pendenze negative, culmina in una piattaforma quadrata dove si può comodamente accedere … dopo una camminata di due ore e mezzo.

Panorama mozzafiato sul fiordo e l’ebrezza di far ciondolare le gambe nel vuoto!

Per info aggiuntive visita la relativa pagina web di  Wikipedia

Donato / GPH

 

 

Norvegia, Oslo Opera House – foto di Donato Guerrini

Tappa dell’ultimo viaggio in Norvegia, la Oslo Opera House (Oslo Operahuset) è un magnifico edificio, casa dell’Opera e Balletto nazionali norvegesi (Den Nosrske Opera & Ballet). Costruito fra il 2004 ed il 2007 con un costo di quasi il 10% inferiore allo stanziamento iniziale, si fregia di essere una struttura fra le più belle di inizio millennio, avendo vinto sia il World Architecture Festival edizione 2008 di Barcellona e lo European Union Prize for Contemporary Architecture (Mies Van Der Rohe Award) edizione 2009. La caratteristica che più mi ha colpito è che il tetto si fonde magistralmente con gli spazi circostanti il teatro, diventando piazza e terrazza allo stesso tempo.

Per info aggiuntive visita la relativa pagina web di  Wikipedia

Donato / GPH